La maggior parte dei clienti che si rivolgono a me per la creazione dei testi per i loro website oppure per la redazione di articoli per blog, si raccomandano sulla scelta e sull’utilizzo delle parole chiave, considerando i contenuti come sensati ed efficaci sul posizionamento solo se si inseriscono keyword “giuste”.

Il punto è: che cosa si intende quando si parla di parole chiave giuste e che significato hanno i contenuti sul web?  Prova a dare un’occhiata al tuo sito internet,  alla sua struttura, a cosa contiene, cosa c’è scritto e a come è fatto il design; noterai come tutti questi elementi si sovrappongono tra di loro.

Non si riesce a costruisce un sito web se non sappiamo quali contenuti andranno inseriti al loro interno. E non si può non avere un’architettura delle informazioni, dunque una suddivisione degli agomenti principali, da quelli secondari e così via, perchè altrimenti non si riesce a conquistare un posto nei motori di ricerca.

E’ il contenuto a comandare il web

Sono i contenuti a guidare l’intera “industria del web”.  Non dimentichiamo infatti  che è Google ad aver  inventato il RankBrain, un’intelligenza artificiale che migliora i risultati di ricerca  traducendo non solo ciò che le persone stanno cercando, ma anche cosa hanno fatto quando l’hanno trovato, per quanto tempo stanno sulla pagina e come la condividono.

Il RankBrain presterebbe molta attenzione al Dwell Time, il tempo di permanenza sul sito web.  Per cui, è fondamentale il comportamento degli utenti verso  i contenuti, i quali devono essere in grado restituire un alto il grado di soddisfazioneL’utente deve essere attratto dal vostro website.

Una delle metriche o fattori di classifica più importanti in futuro sarà la qualità dei contenuti, che devono saper coinvolgere davvero le persone.

Servono davvero le parole chiave?

Prima di tutto prova a chiederti quali necessità, obiettivi o problemi ha il tuo cliente.  La chiave di tutto è capire gli intenti delle persone, quando cercano online. E’ sicuramente utile fare una ricerca per parole chiave, che è solo una parte di tutto il lavoro di redazione testi di siti web.

Se ti fermi qui, ok ottimizzi i contenuti per determinate parole chiave e poi? Queste ultime variano nel tempo,  gli utenti modificano le loro ricerche e pongono sempre più domande.  Le persone non sono parole chiave e i loro problemi non sono necessariamente parole chiave.

Le persone possono esprimere i problemi in forma di frasi chiave, ma il contenuto deve essere focalizzato sul cliente, che cosa gli dobbiamo risolvere.  E il fatto che le persone condividano contenuti significa che questi ultimi hanno fatto centro, hanno risolto un problema o hanno risposto a una domanda.

Come scegliere il contenuto per il proprio sito web

Innanzi tutto dovremmo distinguire la tipologia di website su cui inserire il contenuto testuale. Se sei un’azienda che serve un determinato tipo di cliente e stai scegliendo un contenuto perché lo ritieni più popolare, senza essere un esperto dell’argomento o senza avere un punto di vista unico su quel contenuto, molto probabilmente non produrrai qualcosa di utile, incentrato sul tuo cliente.

In questo caso dovremo scgliere un contenuto completamente pertinente per i tuoi clienti. Una volta eseguita la ricerca per parole chiave, si definiscono  i  temi per i tuoi contenuti e dunque le sezioni.

Non dimentichiamo che ci vorrà una buona strategia di copywriting, per ideare un contenuto in equilibrio perfetto tra soddisfazione del Cliente  – che trova la risposta che desidera sul tuo sito web –  e linguaggio e frasi adeguati all’immagine aziendale e aiu suoi valori.

Il contenuto testuale di un sito web non si può improvvisare, si crea solo con le giuste competenze in ambito SEO – con focus sugli intenti dei clienti  –  obiettivi di marketing, esigenze del cliente, e di comunicazione di marketing aziendale.